Necessaire dell’immortalità

1.200,00

1 disponibili

Autore: Carlo Bonfà
Titolo: Necessaire dell’immortalità
Anno: 2013
Tecnica: acrilici su legno e maniglia in gomma
Formato: 30x30x10 cm.

1 disponibili

Categoria:

Carlo Bonfà

Nato a Pegognaga nel 1944. Vive a Mantova. Negli anni ’50 si trasferisce con la famiglia a Verona dove compie gli studi artistici. Nel 1968 la galleria Ferrari gli organizza la sua prima mostra personale, con testo critico in catalogo di Tommaso Trini. In quegli anni la sua produzione si caratterizza con la realizzazione di Performances e per una pratica concettuale di ascendenza poveristica e concettuale. Le diverse modalità fattuali del suo percorso si organizzano per cicli tematici secondo un linguaggio visivo da intendersi come “Fenomenologia del fare artistico”. Nei primi anni ’80 viene inserito da Renato Barilli e Francesca Alinovi nel gruppo dei “Nuovi-Nuovi” e partecipa a tutte le mostre del gruppo.
Tutte le Mostre: 1966 Paradiso 66, Verona: Bonfà, Meloni, Veneri. 1967 Galleria Ferrari, Verona: Bonfà, Cavellini, Meloni, Veneri. 1968 Galleria Ferrari Verona, personale. 1968 Premio San Fedele, Milano. 1968 “Premio Cesare da Sesto- giovane pittura” a Sesto Calende, premiato. 1969 galleria l’Argentario Trento, personale. 1969 “Campo Urbano” Como, a cura di Luciano Caramel. 1969 “Art-Terminal” e “Inter-Vento” galleria Toselli, Milano. 1969 ”Inventario Primo” Deposito d’Arte Presente Torino, mostra curata da Tommaso Trini ed Enzo Sperone. 1970 “Gennaio 70”, III Biennale internazionale della giovane pittura, Museo Civico di Bologna, sintesi del pensiero poveristico e concettuale, curatori Renato Barilli, Maurizio Calvesi e Tommaso Trini. 1970 “Information” Galleria Diagramma, Milano. 1970 Bologna Galleria 2000, personale. 1970 Milano Galleria Toselli, personale. 1970 “Temperature e pulsazioni”. Salone Annunciata, Milano. 1970 Verona Galleria Ferrari, 1977, con scritti in catalogo di Francesco Bartoli e Gino Baratta, personale. 1971 Accumulazioni”. Galleria Flori, Firenze, a cura di Lara Vinca Masini. 1971 “Immissioni”. Centro Attività Visive, Ferrara, a cura di Renato Barilli. 1971 Galleria Tiziano, Mantova. 1971 Galleria Ferrari, Verona, personale. 1977 “Una definizione di Segno”. Galleria Ferrari, Verona, a cura di Alberto Veca. 1981 “Tradurre il tempo”, Centro Serreratti, Como, a cura di Alberto Veca. 1981 “Modi di racconto”, Rondottanta, Sesto S.Giovanni, Milano, a cura di Alberto Veca. 1981 Galleria Salzano, Torino, personale. 1982 “Proposte per la committenza pubblica”, Galleria d’Arte Contemporanea, Rimini, a cura di Renato Barilli. 1982 Galleria NRA, Parigi, a cura di Renato Barilli. 1982 “Proiezioni 80” Fondazione Bevilacqua La Masa e Cà Pesaro, Venezia, a cura di Toni Toniato. 1982 “Il Volto della Medusa, Torbole, Verona, a cura di Luigi Meneghelli. 1982 “Un Nuovo Classicismo” Palazzo Ducale di Sabbioneta, a cura di Flavio Caroli. 1982 Galleria d’Arte Contemporanea, Suzzara, antologica. 1982 Palazzo dei Diamanti, Padiglione Massari, antologica. 1983 Museo del Castello, Malcesine, antologica. 1983 “Una Generazione Postmoderna”, Teatro del Falcone Genova, curata da Renato Barilli, Francesca Alinovi, Fulvio Irace. 1983 “Una Generazione Postmoderna”, Roma Palazzo delle Esposizioni. 1983 Galleria Salzano, Torino, personale. 1984 Centro Annunciata, Milano, personale, a cura di Renato Barilli, scritti in catalogo di Alberto Veca. 1984 Galleria Einaudi, Mantova, personale. 1984 “Una Generazione Postmoderna, Iconici, Aniconici, Immagine Elettronica”, Civici Musei di Reggio Emilia, a cura di Renato Barilli e Roberto Daolio. 1985 L’Immagine Elettronica, galleria d’Arte Moderna, Bologna. 1985 ”Anniottanta”, Protagonisti italiani, Imola, Ravenna, Rimini e Bologna a cura di Renato Barilli, Flavio Caroli. 1986 Galleria Civica Palazzo Te, Mantova, personale. 1987 Galleria Einaudi, Mantova, personale. 1987 Cinque modi di scultura: Bonfà, Carrino, Castagna, Pardi, Staccioli, parco Palazzo Te, Mantova, a cura di Alberto Lui. 1988 Antiromantica” Museo del Castello di Malcesine, a cura di Elena Pontiggia e Alberto Lui. 1988 Galleria Ferrari, Verona, personale. 1989 “Natura e artificio”, Palazzo Ducale, Mantova a cura di Francesco Bartoli. 1989 Premio Suzzara, Galleria d’arte Contemporanea a cura di Renato Barilli, Flavio Caroli, Raffaele De Grada, primo premio. 1992 Galleria Disegno Mantova, personale. 1995 “Transito” Corte Castiglioni, Casatico, a cura di Manuela Zanelli. 1995 “I Nuovi-Nuovi”, ieri, oggi, domani. Galleria d’Arte moderna, Torino, a cura di Renato Barilli e Roberto Daolio, catalogo Fabbri Editori. 1995 “Artisti per Sordello” Palazzo Municipale, Goito. 1996 “Il fascino dell’oggetto”, Centro Culturale Dopotutto, Prato, a cura di Enrico Mascelloni. 1996 Galleria Disegno, Mantova, personale. 1996 Collezione Hotel Rechigi, Mantova. 1997 “Scultura e colore” MAM Gazoldo degli Ippoliti. 1997 “Motivi di scultura mantovana del ”900, Palazzo Te, Mantova, a cura di Gian Maria Erbesato. 1997 “Dadaismo dadaismi” da Duchamp a Warhol, Palazzo Forti, Verona, a cura di Giorgio Cortenova, catalogo Electa. 1997 Premio Suzzara, Suzzara. 1998 “Patafisica, Eventi e Venti”, Pomponesco. 1999 “Acquisizioni” Museo Virgiliano, Pietole. 1999 “Sono le 9 di sera” MAM, Gazoldo degli Ippoliti, personale. 1999 Premio Suzzara: opere 1989-1999, Galleria Civica d’Arte Contemporanea. 2000 “Il disegno a Mantova”, Pinacoteca Comunale, Quistello. 2000 “Arte a Mantova 1950-1999”, palazzo della Ragione e Palazzo Ducale, a cura di Claudio Cerritelli. 2001 “Patafluens” Casalmaggiore. 2001 “Arte di Mantova a Siracusa”, Casina Cuti, Siracusa. 2002 Premio Andes, Museo Virgiliano, Pietole. 2002 Casa di Ros, S. Benedetto Po, personale. 2003 “La Permanente” MUVI, Viadana. 2003 “Scatola Magica” Studio Anselmi, Mantova. 2003 “Arte in Italia negli anni 70”, arte e ambiente 1974-1977, Centro Culturale La Salerniana, Polo Umanistico, Erice, a cura di Luciano Caramel, Catalogo Ed Kappa, Roma. 2004 “Arte a Verona 1950-2004” Arsenale Austriaco, Catalogo Grafiche Aurora. 2004 “Nuovi Arrivi” Casbah Art, Pegognaga. 2004 “Artisti per l’Epicentro” Barcellona Pozzo di Gotto. 2004 “Levitas” Galleria Disegno Mantova, a cura di Elisabetta Pozzetti. 2004 “No wal concept – No war concept”, Università di Salerno. 2006 “Art 1” Palazzo della Ragione, Mantova. 2006 Collezione Cesare da Sesto. Sesto Calende. 2006 “Lavoro ad Arte” MUVI Viadana. 2006 “Dedicate 2”, a cura di Alberto Veca, Galleria Cavenaghi, Milano. 2007 “Arti Contemporanee” Gunter Umberg, Elisabeth Vary, Pietro Coletta, Carlo Bonfà, a cura di Claudio Cerritelli, Luigi Sansone e Alberto Veca. 2009 “Siamo sempre Nuovi-nuovi” mostra itinerante a cura di Renato Barilli e Roberto Daolio, Galleria Frittelli, Firenze: marzo-maggio, Galleria Centro Steccata, Parma: maggio-luglio, Studio Vigato Alessandria: settembre-novembre, Galleria del Tasso, Bergamo: novembre-gennaio 2010. 2011 “Arte a Mantova 2000-2010” a cura di Claudio Cerritelli, Casa del Mantegna Mantova. 2012 “Sulle tracce del segno. Anni settanta/duemila, a cura di Claudio Cerritelli e Elisabetta Longari, Spazio temporaneo Milano. 2013 “L’Arte della poesia” (Alberto Cappi e gli artisti) MUVI Viadana. 2013 “Pianeta Cina” Palazzo Te, Mantova. 2014 “Tangenziale” a cura di Renato Barilli e Carlo Micheli. Personale Palazzo Te, ala Napoleonica, Mantova.

Torna alle Opere

Regolamento Asta Artisti per Francesca

  1. Le opere poste in vendita all’asta sono state donate dai rispettivi autori all’Associazione Francesca Pirozzi ONLUS.
  2. La vendita delle opere avviene tra l’Associazione Francesca Pirozzi ONLUS e l’Acquirente, mediante la conclusione di un atto di vendita.
  3. Le opere saranno aggiudicate al miglior offerente che si è registrato sul sito www.artistiperfrancesca.it ed ha fornito tutti i dati al fine di poter emettere regolare ricevuta.
  4. L’asta on-line parte pubblicamente alle ore 22,30 di Giovedì 06 Settembre 2018 a Mantova nell’evento di presentazione delle opere all’interno della sezione eventi collaterali del Festivaletteratura nella Biblioteca Mediateca Gino Baratta.
  5. L’asta on-line termina pubblicamente alle ore 19,00 di Giovedì 06 Dicembre 2018 nell’evento di chiusura in una location che sarà comunicata 30 gg. prima sul sito www.artistiperfrancesca.it e sulle pagine social dell’Associazione.
  6. Sul sito www.artistiperfrancesca.it sono visibili le descrizioni delle opere, degli artisti e l’ultima offerta di acquisto effettuata.
  7. Ogni possibile Acquirente potrà fare un’offerta maggiore di € 50,00 (cinquantaeuro) rispetto a quella precedentemente indicata nella sezione apposita sul sito.
  8. Francesca Pirozzi ONLUS durante l’asta ha facoltà di rifiutare, a suo insindacabile giudizio, qualsiasi offerta ed in presenza di errori o controversie, riportare il valore dell’asta all’ultima offerta valida.
  9. Francesca Pirozzi ONLUS potrà accettare anche offerte d’acquisto scritte ed effettuerà direttamente l’aggiornamento dell’offerta sul sito.
  10. Qualora il potenziale Acquirente conferisca mandato d’acquisto, questo potrà essere rispettato e onorato a condizione che il proponente abbia fornito tutti i dati necessari ad emettere regolare ricevuta, un recapito telefonico, una mail valida, l’indicazione dell’opera o delle opere scelte e specificato l’importo massimo dell’offerta. Tali dati dovranno essere forniti ed inviati a cura del proponente entro il 30 Novembre 2018 con raccomandata A/R presso la sede legale dell’Associazione Francesca Pirozzi ONLUS, Via Einaudi 24, 61032 Fano (PU) ed anticipati via mail ad onlus@francescapirozzi.it.
  11. Le opere dovranno essere pagate al termine dell’asta. Nessuna opera potrà essere ritirata prima del pagamento dell’intero importo. Solo con il pagamento del prezzo la proprietà s’intenderà trasferita.
  12. Il pagamento dovrà essere effettuato in contanti, mediante assegno non trasferibile intestato a Francesca Pirozzi ONLUS o mediante carta di credito utilizzando le modalità attive a conclusione dell’asta.
  13. Qualora entro le ore 20,30 di Giovedì 06 Dicembre, 90 minuti dopo la conclusione dell’asta, l’Acquirente che si è aggiudicato una o più opere, non abbia formalizzato il pagamento, un qualsiasi altro soggetto presente nella sala dell’evento, oppure in modalità on-line, potrà confermare l’offerta in corso, effettuare il pagamento ed aggiudicarsi immediatamente l’opera o le opere in questione.
  14. Qualora entro le ore 20,30 di Giovedì 06 Dicembre, 90 minuti dopo la conclusione dell’asta, l’Acquirente che si è aggiudicato una o più opere, non abbia formalizzato il pagamento e nessun altro soggetto presente nella sala dell’evento, oppure in modalità on-line, abbia confermato l’offerta ed effettuato il pagamento, Francesca Pirozzi ONLUS riterrà l’Acquirente che si è aggiudicato l’asta inadempiente ed agirà alle vie legali.
  15. Gli Acquirenti che si saranno aggiudicati le opere potranno restare anonimi e concordare con Francesca Pirozzi ONLUS le modalità di consegna o ritiro delle stesse.
  16. Qualora il possibile Acquirente nel corso del periodo di asta volesse visionare le opere personalmente, in assenza di eventuali momenti espositivi che saranno pubblicizzati sul sito www.artistiperfrancesca.it e sulle pagine social dell’Associazione, potrà farlo previo appuntamento che sarà concordato con un incaricato di Francesca Pirozzi ONLUS.
  17. Il presente regolamento della vendita mediante asta delle opere proposte è comunque soggetto alle norme in materia di vendita come disciplinato dal codice civile. Per qualsiasi controversia è stabilita la competenza esclusiva del Foro di Pesaro.
  18. Il ricavato dell’asta sarà devoluto per la realizzazione delle finalità dell’Associazione Francesca Pirozzi ONLUS.