Segni fluidi

400,00

1 disponibili

Autore: Giuseppe Pirozzi
Titolo: Segni fluidi
Anno: 2004
Formato: 20×20 cm. (esclusa cornice)

1 disponibili

Categoria:

Giuseppe Pirozzi

Nato a Casalnuovo di Napoli nel 1934, attualmente vive ed opera a Napoli. Dal 2000 è insignito del titolo di Accademico Scultore dell’Accademia Nazionale di San Luca.
Con la frequenza al Corso di Scultura, nel 1954, presso l’Accademia di Belle Arti di Napoli – dove sarà docente fino al 2001 –, ha inizio la sua attività artistico-espositiva con opere di scultura e grafica. Partecipa a numerosissime mostre nazionali ed internazionali, ottenendo prestigiosi premi e riconoscimenti della critica. Dal 1964 a oggi ha tenuto moltissime mostre personali tra cui: Firenze – Sala del Fiorino (1964), Maratea – Parco S. Venere (1965), Bologna – Gall. 2000 (1966), Roma – Gall. Il Girasole (1967), Antille – Curasao Gall. R. G. (1969), Milano – Gall. Le Ore (1971 e ‘73), Amalfi – Antichi Arsenali (1974), Los Angeles Gall. Art Line (1975), Napoli – Gall. Colonna (1976), Brescia – Gall. Lo Spazio (1979), Bruxelles – Istituto Italiano di Cultura (1980), Torino – Gall. La Bussola (1981), Napoli – Gall. A.M.A. (1987), Marsiglia – Gall. Agorà (1990), Treviso – Gall. Città di Treviso (1993), Pisa – Gall. Il prato dei Miracoli (1997), Ischia – Torrione di Forio (1998), Ravello – Villa Rufolo (1999), Milano – Spazio Linati (2000), Napoli – Gall. M.A. (2003), Bruxelles – FineArtStudio (2005), Napoli – Castel Nuovo (2006), Ravello – Cappella di Villa Rufolo (2007), Napoli – Museo Archeologico Nazionale (2011), Matera – MUSMA (2012), Salerno – Linee Contemporanee (2014), Napoli – Castel San’Elmo e Museo Napoli Novecento (2017), Longiano – Fondazione Tito Balestra (2017), Ferrara – Galleria del Carbone (2018).
Dall’inizio degli anni ’60 la sua attività artistica figura in numerose pubblicazioni di arte contemporanea e storia dell’arte italiana, tra le tante: Catalogo Bolaffi (segnalato), Storia di Napoli vol. XV. Corbi, ed E.S.I., 1971, La Scultura del Novecento M. De Micheli, ed. UTET, 1981, L’Arte del 900 P. Bargellini, ed. Valsecchi, 1971, Storia dell’arte italiana del Novecento. Generazione anni 30 G. Di Genova, ed. Bora, 2000, La pittura contemporanea in Italia meridionale 1945-1990 M. Bignardi, ed. Electa, 2002, Quale avanguardia? L’arte a Napoli nella seconda metà del Novecento V. Corbi, ed. Paparo, 2002. Tra i critici che si sono interessati al suo lavoro figurano: L. Vergine, L. Caramel, G. Appella, M. Valsecchi, R. Causa, G. Marchiori, L. Carluccio, F. Solmi, G. Di Genova, F. Menna, V. Corbi, E. Crispolti, C. Ruju, C. Vivaldi, D. Morosini, C. F. Carli, L. P. Finizio, A. Calabrese, M. Bignardi, D. Guzzi, L. Caruso, D. Giuliano, D. Gallone, L. Fiorucci, M. Franco, A. Pepe, M. Roccasalva, L.P. Nicoletti.
Quale vincitore di concorsi nazionali per opere d’arte ha realizzato numerose opere pubbliche, tra le quali: monumento a F. Imposimato per il Comune di Maddaloni (CE); scultura commemorativa dedicata al gen. C. A. Dalla Chiesa per la Caserma dei Carabinieri di Casoria (NA); bassorilievo in bronzo per Caserma Piave di Roma; monumento ai caduti di tutte le guerre per il Comune di Aiello del Sabato (AV); n.2 bassorilievi per la Nuova Casa Circondariale di Lecce; n.5 bassorilevi in ceramica per il Comando Generale dei Carabinieri di Perugia; bassorilievo in terracotta per la Capitaneria di Porto di Palinuro; monumento per la Caserma dei Carabinieri di Marano (NA), per la Nuova Casa Circondariale di Rossano Calabro (RG) e per la Caserma dei Carabinieri di Palma di Montechiaro (AG); Scultura per il Centro Polifunzionale di Addestramento della Polizia di Stato in Roma; pannello in ceramica per la Nuova Sede della Questura e Sezione della Polizia Stradale di Frosinone; tre sculture a bassorilievo per la Caserma Polizia Stradale di Policoro (Matera); scultura Genius Loci per il Comune di Portici (NA); scultura commemorativa a Francesca Mansi La Resilienza per il Comune di Atrani (SA). Sue opere si trovano in molte collezioni pubbliche e private in Italia e all’estero, tra cui: GAM di Roma, MUSMA di Matera, Museo Napoli Novecento a Napoli, Collezione dell’Accademia Nazionale di San Luca di Roma, Pinacoteca dell’Accademia di Belle Arti di Napoli, Collezione Olivetti di Ivrea, Collezione pubblica del Comune di Rimini, MAGA di Gallarate (MI), Collezione pubblica del Comune di Alessandria, CAM di Casoria (NA), Galleria Comunale di Ariano Irpino (AV), Museu da Marioneta di Lisbona, Museo M. Cargaleiro di Castelo Branco (Portogallo), Galleria Comunale di Ariano Irpino (AV), Museo Epicentro di Gala di Barcellona (ME), Museo Internazionale del Presepio Vanni Scheiwiller di Castronuovo di Sant’Andrea (PZ), Raccolta Internazionale d’Arte Ceramica Contemporanea di Castelli (TE).

Torna alle Opere

Regolamento Asta Artisti per Francesca

  1. Le opere poste in vendita all’asta sono state donate dai rispettivi autori all’Associazione Francesca Pirozzi ONLUS.
  2. La vendita delle opere avviene tra l’Associazione Francesca Pirozzi ONLUS e l’Acquirente, mediante la conclusione di un atto di vendita.
  3. Le opere saranno aggiudicate al miglior offerente che si è registrato sul sito www.artistiperfrancesca.it ed ha fornito tutti i dati al fine di poter emettere regolare ricevuta.
  4. L’asta on-line parte pubblicamente alle ore 22,30 di Giovedì 06 Settembre 2018 a Mantova nell’evento di presentazione delle opere all’interno della sezione eventi collaterali del Festivaletteratura nella Biblioteca Mediateca Gino Baratta.
  5. L’asta on-line termina pubblicamente alle ore 19,00 di Giovedì 06 Dicembre 2018 nell’evento di chiusura in una location che sarà comunicata 30 gg. prima sul sito www.artistiperfrancesca.it e sulle pagine social dell’Associazione.
  6. Sul sito www.artistiperfrancesca.it sono visibili le descrizioni delle opere, degli artisti e l’ultima offerta di acquisto effettuata.
  7. Ogni possibile Acquirente potrà fare un’offerta maggiore di € 50,00 (cinquantaeuro) rispetto a quella precedentemente indicata nella sezione apposita sul sito.
  8. Francesca Pirozzi ONLUS durante l’asta ha facoltà di rifiutare, a suo insindacabile giudizio, qualsiasi offerta ed in presenza di errori o controversie, riportare il valore dell’asta all’ultima offerta valida.
  9. Francesca Pirozzi ONLUS potrà accettare anche offerte d’acquisto scritte ed effettuerà direttamente l’aggiornamento dell’offerta sul sito.
  10. Qualora il potenziale Acquirente conferisca mandato d’acquisto, questo potrà essere rispettato e onorato a condizione che il proponente abbia fornito tutti i dati necessari ad emettere regolare ricevuta, un recapito telefonico, una mail valida, l’indicazione dell’opera o delle opere scelte e specificato l’importo massimo dell’offerta. Tali dati dovranno essere forniti ed inviati a cura del proponente entro il 30 Novembre 2018 con raccomandata A/R presso la sede legale dell’Associazione Francesca Pirozzi ONLUS, Via Einaudi 24, 61032 Fano (PU) ed anticipati via mail ad onlus@francescapirozzi.it.
  11. Le opere dovranno essere pagate al termine dell’asta. Nessuna opera potrà essere ritirata prima del pagamento dell’intero importo. Solo con il pagamento del prezzo la proprietà s’intenderà trasferita.
  12. Il pagamento dovrà essere effettuato in contanti, mediante assegno non trasferibile intestato a Francesca Pirozzi ONLUS o mediante carta di credito utilizzando le modalità attive a conclusione dell’asta.
  13. Qualora entro le ore 20,30 di Giovedì 06 Dicembre, 90 minuti dopo la conclusione dell’asta, l’Acquirente che si è aggiudicato una o più opere, non abbia formalizzato il pagamento, un qualsiasi altro soggetto presente nella sala dell’evento, oppure in modalità on-line, potrà confermare l’offerta in corso, effettuare il pagamento ed aggiudicarsi immediatamente l’opera o le opere in questione.
  14. Qualora entro le ore 20,30 di Giovedì 06 Dicembre, 90 minuti dopo la conclusione dell’asta, l’Acquirente che si è aggiudicato una o più opere, non abbia formalizzato il pagamento e nessun altro soggetto presente nella sala dell’evento, oppure in modalità on-line, abbia confermato l’offerta ed effettuato il pagamento, Francesca Pirozzi ONLUS riterrà l’Acquirente che si è aggiudicato l’asta inadempiente ed agirà alle vie legali.
  15. Gli Acquirenti che si saranno aggiudicati le opere potranno restare anonimi e concordare con Francesca Pirozzi ONLUS le modalità di consegna o ritiro delle stesse.
  16. Qualora il possibile Acquirente nel corso del periodo di asta volesse visionare le opere personalmente, in assenza di eventuali momenti espositivi che saranno pubblicizzati sul sito www.artistiperfrancesca.it e sulle pagine social dell’Associazione, potrà farlo previo appuntamento che sarà concordato con un incaricato di Francesca Pirozzi ONLUS.
  17. Il presente regolamento della vendita mediante asta delle opere proposte è comunque soggetto alle norme in materia di vendita come disciplinato dal codice civile. Per qualsiasi controversia è stabilita la competenza esclusiva del Foro di Pesaro.
  18. Il ricavato dell’asta sarà devoluto per la realizzazione delle finalità dell’Associazione Francesca Pirozzi ONLUS.